post

Come non perdere il bonus per l’acquisto della prima casa

Il bonus prima casa è un’agevolazione fiscale che consente di usufruire di uno sconto sulle tasse al momento dell’acquisto dell’abitazione principale. Grazie al bonus chi acquista da un privato versa l’imposta di registro al 2% anziché al 9%, e le imposte ipotecaria e catastale, anziché in misura proporzionale, sono pari a 50 euro ciascuna. Chi invece acquista da una ditta di costruzioni versa l’Iva al 4% anziché al 10%, e le imposte ipotecaria, catastale e di registro, anziché in misura proporzionale, sono pari a 200 euro ciascuna.  Laleggepertutti.it ricorda quindi che è importante stare attenti a non perdere queste agevolazioni per evitare di pagare le sanzioni all’Agenzia delle Entrate.

Trasferire la residenza

Per non perdere il bonus prima casa bisogna trasferire entro 18 mesi la propria residenza nel Comune ove si trova il nuovo acquisto. Quindi, è possibile fissare la residenza in un altro immobile (anche se preso in affitto). Ciò potrebbe essere necessario per non perdere il bonus, se quello acquistato non è stato ultimato, se la ristrutturazione tira per le lunghe o se l’inquilino a cui era stato dato in locazione l’abitazione non se ne vuole andare. La Cassazione ritiene che l’omesso trasferimento della residenza può essere poi giustificato se dovuto a forza maggiore, ovvero, di una causa imprevedibile. Come l’occupazione abusiva dell’abitazione da parte di un terzo e qualsiasi altro fatto sopravvenuto, imprevedibile e non imputabile al contribuente.

La precedente abitazione

Per non decadere dall’agevolazione fiscale è poi necessario cedere la proprietà dell’immobile, ovunque situato, per il quale si era in precedenza usufruito del bonus prima casa. Ciò deve avvenire entro 1 anno dal rogito. Chi non riesce a venderlo però potrebbe anche donarlo al figlio o, in caso di coppia in separazione dei beni, al coniuge. Inoltre, in due casi è possibile acquistare una seconda casa senza bisogno di vendere la prima. Il primo caso avviene quando l’abitazione precedentemente posseduta sia divenuta inidonea all’uso, come nel caso di un immobile pericolante a causa di un sisma o troppo stretto per le mutate esigenze della famiglia, magari per l’arrivo dei figli. Il secondo caso si verifica quando la precedente abitazione è stata acquistata prima del 1993 da una ditta costruttrice.

La rivendita

Se si vende l’abitazione prima di 5 anni si perde il bonus prima casa, a meno che entro un anno se ne compri un’altra da adibire ad abitazione principale. È anche sufficiente che nei cinque anni si riceva un’altra abitazione a titolo di donazione o di successione ereditaria. Insomma, le agevolazioni sulla prima casa non vanno revocate se entro i 5 anni dal suo acquisto viene venduta e si riceve in donazione o in eredità un immobile da adibire a prima abitazione. Inoltre, chi acquista una casa con l’agevolazione fiscale e la regala prima di 5 anni non perde il bonus anche se non riacquista un nuovo immobile entro l’anno successivo.

Cosa sono le lampade artistiche?

L’illuminazione di casa è notoriamente un fattore fondamentale per chiunque abbia un minimo di conoscenza di interior design. Buona parte dell’atmosfera che andiamo a creare dipende proprio dal tipo di illuminazione che andiamo a scegliere per la nostra casa. Per questo motivo facciamo bene ad optare per delle lampade che possano offrire non semplicemente eleganza e stile, ma anche capacità di dare vita ad un ambiente unico e particolare.

Cosa le rende differenti dalle lampade tradizionali?

Ciò che caratterizza e differenzia le lampade artistiche da quelle tradizionali è proprio il loro design esclusivo che le rende molto simili ad un’opera d’arte. Si tratta a tutti gli effetti di creazioni che riflettono la fantasia e lo stato d’animo dell’artigiano che le realizza, e che sono in grado con la propria presenza di creare delle illusioni nello spazio in cui vengono collocate. Il più delle volte si tratta di pezzi unici che sono in grado di offrire un tocco particolarmente esclusivo ad ogni ambiente di casa.

Si tratta dunque di prodotti che sono in grado di offrire allo spazio intorno a loro un tocco unico e fatto di assoluta eleganza. Dunque non parliamo di lampade la cui unica funzione è quella di fornire della luce ma al contrario hanno un design fantastico e un’aria artistica che li rende delle lampade veramente perfette per essere integrate all’interno degli ambienti di casa cui teniamo di più.

Quello delle lampade di lusso è in effetti un mercato che sta vivendo un vero e proprio boom, considerando che tantissime persone sembrano aver riscoperto il piacere di arredare casa con gusto e ricercatezza. Le lampade artistiche sono perfettamente in grado di rispondere a questa esigenza coniugando ad una funzione prettamente pratica (quella di fornire luce) anche degli interessanti risvolti dal punto di vista del design.

Codici Sconto Shein: cosa sono e come risparmiare

Pochi conoscono i Codici Sconto Shein da applicare durante l’acquisto sul sito di Shein e che puoi trovare anche sul sito di Sconti e Buoni. Ottenere un significativo risparmio è sempre possibile e basta applicare il codice pubblicato al carrello per vedersi ridurre il prezzo finale dell’acquisto o ottenere un bonus.

Come si usano i Codici Sconto Shein?

Siamo sicuri che a questo punto ti chiederai come fare per risparmiare con il codice sconto Shein e ottenere un prezzo ancora più vantaggioso per i tuoi acquisti low cost. Semplice, bastano pochi click per accedere ad offerte esclusive direttamente dal sito Sconti e Buoni, venendo reindirizzato alla pagina con i prodotti in saldo o scoprendo il codice da copiare e incollare sul sito del portale di abbigliamento e accessori.

Non ti resta che fare shopping in modo più conveniente, da sola o in compagnia, con un intero negozio a disposizione raggiungibile direttamente dal soggiorno di casa tua. Ricorda: i codici sconto Shein hanno un valore limitato nel tempo e sul sito Sconti e Buoni ne trovi sempre di nuovi e aggiornati per i tuoi acquisti online.

Shein: una vasta offerta di prodotti

Prima conosciuto come Sheinside, questo grande ecommerce ha visto la luce nel 2008 e da allora conquista donne e ragazze appassionate di moda e soprattutto ben disposte nei confronti dello shopping online. I saldi Shein, ad esempio, sono l’occasione ideale per rifarsi il guardaroba e acquistare i must have di stagione o fare un regalo fashion a chi si ama. Il sito funziona in modo semplice e intuitivo e abbigliamento e accessori sono suddivisi in categorie, per trovare facilmente quello che si sta cercando.

Dal maglione al minidress, dal jeans alla moda mare senza dimenticare scarpe e borse: tutti i prodotti Shein si caratterizzano per uno stile unico e sorprendente. Non solo: i codici sconto Shein comprendono anche accessori per il make up, la cura del corpo e dei capelli. Per ogni prodotto puoi contare su un apposito coupon sconto Shein, rendendo i momenti di shopping ancora più piacevoli.

Ricorda: fare shopping sul web con Shein è semplice e sicuro. Non devi preoccuparti di nulla e grazie al comune metro da sarta e alle guide disponibili sul web anche la scelta delle taglie sarà davvero semplice. Non puoi sbagliare… e se accade il reso è gratuito entro 30 giorni dall’acquisto. A questo punto non ti resta che accomodarti sul divano e trovare il codice sconto Shein più adatto a te!

post

I 5 consigli Google per il fact checking

Negli ultimi 12 mesi sono stati pubblicati oltre 50mila fact check sulla Ricerca Google, visualizzati circa 2,4 miliardi di volte in totale. Tra fake news e disinformazione sul coronavirus, ma non solo, l’ultimo anno è stato decisamente impegnativo per i fact-checker, coloro che si accertano della veridicità di un fatto verificando notizie e informazioni relative a quel fatto.  Per questo il 2 aprile, la Giornata internazionale del Fact Checking, Google ha pubblicato un blogpost con cinque consigli per supportare le persone nel riconoscere le fake news. Primo fra tutti, quello di fare una ricerca sulla fonte. A chi non è mai capitato di imbattersi in una storia sorprendente su un sito di cui non si ha mai sentito parlare? In questo caso, Google suggerisce innanzitutto di controllare se la fonte, ovvero il sito stesso, ha effettuato le dovute verifiche.

Verificare che un’immagine sia affidabile

Controllare quindi come il sito si presenta nella sezione Chi siamo, o About, ma cercare anche ulteriori informazioni altrove. Oppure, cercare il punto di vista di altre persone o organizzazioni su quella fonte, chiedendo a Google di non mostrare i risultati provenienti da quel sito. Per quanto riguarda le immagini, queste possono essere anche utilizzate fuori contesto, o potrebbero essere state modificate. Ma è possibile effettuare una ricerca sulle immagini facendo clic con il pulsante destro su una foto e selezionando Cerca questa immagine su Google. In questo modo si potrà verificare se l’immagine sia già apparsa online in precedenza, e in quale contesto, e sarà possibile capire se ci sia stata qualche modifica per alterarne il significato originale.

Fare un controllo incrociato o affidarsi al Fact Check Explorer

Perché limitarsi a una sola fonte quando ce ne sono molte a disposizione? Controllare quindi se (e come) diverse testate giornalistiche hanno parlato dello stesso evento, così da potere farsi un’idea più completa. Passare quindi alla modalità Notizie della Ricerca Google, oppure cercare un argomento su news.google.com. I fact-checker potrebbero già aver preso in esame la strana storia inviata, ad esempio, da un amico nella chat, quindi si può provare a cercare l’argomento sul Fact Check Explorer, che raccoglie più di 100mila notizie verificate da editori autorevoli di tutto il mondo. E se la storia che si sta leggendo contiene immagini su un luogo, ricordarsi di cercarlo su Google Earth, oppure con Street View su Google Maps.

Riconoscere la disinformazione online

“Oltre ad aiutare le persone a riconoscere casi di disinformazione online, il nostro impegno – spiega Google – ha l’obiettivo di sostenere l’ecosistema dei fact-checker. Proprio qualche giorno fa, abbiamo finanziato con 3 milioni di dollari il lavoro dei giornalisti impegnati nel fact-checking relativo al processo di immunizzazione al Covid-19, in particolare con progetti che si rivolgono a persone normalmente non esposte alle pratiche di fact-checking. Inoltre, Google.org ha finanziato la nonprofit Full Fact attraverso un grant e il sostegno da parte di sette ingegneri, per aumentare il numero di verifiche sulle segnalazioni ricevute”.

Più tecnologia in casa con i climatizzatori smart

Tornare a casa in una calda giornata estiva e trovare l’ambiente già fresco, è il desiderio di tutti noi. Quello che fino a qualche anno fa poteva sembrare soltanto un sogno, oggi è realtà grazie ai climatizzatori smart. Questi dispositivi di nuova generazione riescono a collegarsi al Wi-Fi di casa e dialogano con il nostro smartphone tramite apposite App, consentendo dunque di regolarne il funzionamento anche a distanza quando non ci troviamo in casa.

Grazie a questo tipo di tecnologia, quando entriamo in casa possiamo già trovare la temperatura a noi gradita dato che abbiamo noi impostato l’accensione del dispositivo a distanza un pò prima del nostro rientro tra le mura domestiche.

Più comfort e meno consumi

Sfruttando questo tipo di climatizzatori connessi al Wi-Fi possiamo impostare la temperatura da noi preferita e l’orario o il momento preciso in cui il dispositivo deve accendersi o successivamente spegnersi. Ciò offre dei vantaggi anche per quel che riguarda il consumo di energia, in quanto la gestione dell’accensione dello spegnimento del dispositivo in qualsiasi momento ci consente di monitorare e ottimizzare quelli che sono i consumi del nostro condizionatore d’aria.

Le App infatti consentono anche di sapere esattamente quelli che sono i consumi in dettaglio, così da poter avere un’idea alquanto precisa di quello che stiamo consumando a livello energetico.

Vivi in una casa più smart!

Dunque, anche la climatizzazione dell’aria in casa diventa smart in virtù dei nuovi dispositivi che possono collegarsi al Wi-Fi ed essere gestiti da qualsiasi tipo di dispositivo mobile. Esistono a questo proposito diversi modelli di climatizzatori Samsung che si connettono al Wi-Fi, e dunque fai bene a scegliere uno di questi modelli se ami la domotica e preferisci avere la possibilità di gestire i tuoi elettrodomestici anche quando non sei in casa.

Completa la decorazione di casa con le sculture luminose

Accessori e ornamenti vari sono perfetti per completare l’arredo di casa dando quel tocco speciale ad ogni tipo di ambiente, dalla camera da letto al soggiorno passando per la cucina. Senza determinate soluzioni in grado di arricchire e portare un importante contributo in fatto di stile, la tua casa non sarebbe la stessa e non sarebbe in grado di infondere nei visitatori quella bella sensazione di atmosfera accogliente che si respira sin dal primo sguardo.

I complementi d’arredo più interessanti

Decorare gli interni di casa significa regalare un’esperienza originale a tutti coloro i quali vi poseranno gli occhi, senza attenersi a standard preesistenti ma lasciandosi guidare dal proprio gusto e mostrando il proprio stile di vita e tratti della propria personalità attraverso le soluzioni prescelte.

Si tratta di una filosofia progettuale che tante persone desiderano apportare, facendo in modo che la propria abitazione possa rispecchiare il proprio modo di essere in tutte le sfaccettature. Non è semplicemente e unicamente lo stile a determinare gli arredi da scegliere, ma anche soprattutto i propri gusti e la voglia di stupire i visitatori.

Puoi decidere di optare per un complemento piuttosto che per un altro in base alla tua personalità, in base allo stile degli arredi esistenti o cercando direttamente di creare un contrasto. Esistono complementi in legno, vetro, ferro ed altri materiali tra i quali puoi scegliere: ciascuno è in grado di apportare un contributo diverso in fatto di stile, atmosfera e messaggio, sta a te individuare la soluzione più adeguata al contesto.

Le sculture luminose

Tra questi, sicuramente le sculture luminose rappresentano la novità più interessante sul mercato: bellissime creazioni in grado di intrecciare in maniera armoniosa luci e geometrie, forme e materiali, arte e design. Questi arredi così ricercati sono in grado di valorizzare ogni ambiente creando dei giochi visivi veramente particolari, e per questo sono diventati oggetto del desiderio di quanti amano arredare ed arricchire casa in maniera elegante e particolare.

Spettrometria e sue applicazioni

La spettrometria ottica consente di capire quale sia la composizione chimica di una lega metallica, adoperando una scarica che viene creata all’interno dello spazio riempito da gas esattamente tra un elettrodo ed un saggio del materiale che si è deciso di analizzare. Tale scarica dà vita a delle radiazioni sulla superficie del campione in questione, e le relative lunghezze d’onda variano in base alla tipologia di materiale che lo compone. Il cosiddetto spettro di questa radiazione viene successivamente suddiviso in semplici righe che consentono di misurare l’intensità di ciascuna. Alla fine del processo, tali intensità sono minuziosamente convertite in specifici valori per ciascuno degli elementi riscontrati.

A cosa serve la spettrometria ottica

La spettrometria ottica è dunque molto importante soprattutto per classificare e analizzare i materiali. Per effettuare tale tipo di test è necessario disporre di un campione che abbia una sezione piana di almeno 0,5 cm quadrati. Gli spettrometri sono dunque degli strumenti che hanno il compito di misurare e analizzare le componenti spettrali di un materiale. Grazie allo spettroscopio ottico è dunque possibile andare a misurare lo spettro della radiazione magnetica e scoprire particolari interessanti su ciò che si sta analizzando.

A cosa si applica la spettroscopia ottica?

Oggi la spettroscopia ottica può vantare diversi campi di applicazione, e sostanzialmente vi si fa ricorso per identificare e classificare composti e materiali di ogni tipo, siano essi organici o meno. Ricorrono dunque alla spettroscopia ottica realtà del settore industriale, militare, medico e scientifico, tra gli altri.

Tale classificazione viene eseguita attraverso specifiche camere spettrali, ovvero particolari tipi di telecamere che riescono a combinare misura e analisi associando a ciascun pixel il relativo aspetto luminoso. Dunque le camere spettrali rappresentano oggi un importante elemento del processo che consente di analizzare e monitorare ciascun procedimento produttivo in maniera tale da accertarsi che la qualità del prodotto finale sia sempre molto elevata

Monitorare gli ingressi tramite badge: quali vantaggi?

Registrare i passaggi ingresso e in uscita di tutte le persone che transitano all’interno di una sede in cui si svolge un’attività lavorativa è molto importante per garantire la sicurezza di tutti, soprattutto per quel che riguarda i dipendenti. Evitare infatti che eventuali malintenzionati possono accedere furtivamente, o comunque senza autorizzazione, all’interno dei locali nei quali viene svolta l’attività lavorativa, è di grande importanza per la sicurezza di tutti.

Inoltre, riuscire ad impedire a tutti coloro i quali non sono autorizzati, di entrare all’interno della sede aziendale è molto importante anche per fare in modo che non vengano eventualmente sottratti macchinari, dispositivi e tutte quelle attrezzature che vengono impiegate per le attività di lavoro quotidiane che possono avere anche un valore economico non indifferente.

Le ragioni per le quali vanno dunque filtrati gli accessi all’ingresso della sede aziendale sono molteplici, e riguardano sia aspetti prettamente economici che anche la sicurezza dei dipendenti nonché la tutela dei beni e delle risorse aziendali.

I badge rappresentano la soluzione perfetta

Uno dei metodi più efficaci e convenienti dal punto di vista economico per effettuare tale tipo di filtro, è adottare i classici badge che consentono l’apertura dei tornelli solo a quanti sono in possesso del badge personale, cioè i dipendenti ed il personale autorizzato in genere.

Cotini srl propone dei badge timbratura, di prossimità o magnetici in base alle preferenze, che sono perfetti per le necessità di qualsiasi azienda che desidera regolare gli accessi, le uscite e sapere in ogni momento dove si trovano i propri dipendenti all’interno della sede.

Tali badge sono assolutamente personalizzabili in quanto a colore, grafica, possibilità di inserimento logo e fotografia del dipendente.

È possibile ordinarne un quantitativo commisurato al numero di dipendenti o collaboratori che si prevede di dotare di tale dispositivo, ed è possibile usufruire della spedizione gratuita per quegli ordini il cui totale supera le 100€.

Acquistare o vendere un immobile a Monza

L’agenzia Giordano Mischi opera da oltre trent’anni nel settore immobiliare, e la sua affidabilità e serietà sono ampiamente riconosciute. L’agenzia è specializzata in soluzioni abitative di prestigio nella zona di Monza e della Brianza: parliamo dunque di immobili di lusso ma anche ville a Monza, attici ed altre soluzioni d’alto profilo. Lo staff garantisce sempre una consulenza chiara ed efficace, grazie all’immensa passione per questo lavoro ed il costante aggiornamento su ogni aspetto di questo settore. Passione e voglia di migliorarsi sono infatti dei capisaldi di questa rinomata agenzia, e rappresentano due fattori che le hanno consentito di ottenere grandi consensi e soprattutto la soddisfazione di chi ha già provato il servizio.

Se la tua necessità è quella di individuare un immobile o una villa che possa fare al caso tuo, l’agenzia Giordano Mischi si occuperà per te di effettuare specifiche valutazioni circa le potenzialità e le caratteristiche di ciascun immobile, fornendoti al tempo stesso consulenza tecnica per eventuali interventi di ristrutturazione e assistenza legale dall’inizio alla fine della tua esperienza d’acquisto. Se desideri invece  vendere un immobile, l’agenzia si occuperà di effettuare per te specifiche ricerche di mercato e studio dei migliori canali per la compravendita. Saranno adottate inoltre adeguate campagne pubblicitarie, conformi al livello di privacy richiesto dal cliente, e verranno forniti report periodici per aggiornare sull’efficacia della strategia di vendita e sulle visite effettuate da coloro che si sono mostrati interessati all’acquisto.

Il livello del servizio offerto è dunque davvero di prim’ordine, e ciò pone l’agenzia immobiliare Giordano Mischi in cima alle preferenze di quanti desiderano acquistare o vendere un immobile a Monza e in Brianza. È possibile fissare un appuntamento con un consulente contattando il recapito telefonico 0392315115, e la sede si trova in Via Italia 39 a Monza, all’interno di un elegante edificio storico.