post

Cinque motivi per studiare e diventare una estetista professionale

Se stai pensando di studiare l’estetica e ti piace il mondo della bellezza, questo post sarà di grande interesse per te. Academia BSI ti propone 5 motivi che considera fondamentale considerare prima di compiere l’ultimo passo ed iniziare a frequentare il suo corso estetista:

  1. Essere sempre aggiornata

Devi sempre essere aggiornata sulle tendenze e gli ultimi sviluppi nel mondo della bellezza. Per affrontare il corso di studio in maniera proficua devi preoccuparti di reperire informazioni aggiornate e scoprire continuamente nuove tecniche e prodotti in grado di aiutarti a fare meglio il tuo lavoro. Aggiornarti costantemente ti aiuterà ad offrire sempre servizi in linea con le aspettative dei clienti e distinguerti dalla concorrenza.

  1. Dedizione, impegno e molta pazienza

Dovrai investire tempo ed energie per ottenere grandi risultati. Infatti, un fattore importante è studiare con impegno per acquisire un’adeguata e completa formazione, al fine di potersi avviare alla professione ed al tempo stesso continuare ad evolversi nel tempo come specialista.

  1. Capacità di relazionarsi con il pubblico

Ogni cliente ha determinate caratteristiche ed esigenze uniche che dobbiamo comprendere e cercare di risolvere. Cogliere le necessità e trasmettere al cliente la tua volontà di risolvere il suo problema è la chiave migliore per instaurare un rapporto di fiducia e mostrare il volto migliore, ovvero quello della sincerità e della professionalità, senza mai perdere di vista il fatto che lavoriamo per migliorare l’autostima dei clienti.

  1. Vuoi avere successo in questo settore? Distinguiti!

Studiare l’estetica è sinonimo di studio di una professione totalmente creativa. Ogni estetista avrà uno stile unico e personale che lo distinguerà dal resto dei concorrenti, e per questo bisogna il più possibile far lavorare la fantasia e perché no, dare vita al proprio stile personale e ad un modo di lavorare facilmente identificabile.

  1. Diverse opportunità di sbocco lavorativo

Diventare una estetista professionale consente ti aprirsi diverse opportunità di lavoro, ed è dunque una professione con un livello ottimale di domanda che è sempre ottimale. È possibile infatti lavorare presso saloni di bellezza, cliniche estetiche, centri benessere, lavorare per il cinema, teatro, televisione o intraprendere direttamente una carriera come libero professionista.

Noi di Accademia BSI abbiamo formato i migliori professionisti in questo settore negli ultimi anni. Nel caso dell’estetica, offriamo una formazione professionale d’alto profilo destinata a regalare molte soddisfazioni agli alunni, i quali potranno intraprendere con successo un percorso professionale in questo settore sin da subito e mettere a frutto gli insegnamenti ricevuti.

post

L’ottimismo allunga la vita, una ricerca lo conferma

Essere ottimisti fa vivere di più. E meglio. La conferma arriva da una ricerca durata trent’anni condotta dalla Boston University School of Medicine. Lo studio, iniziato nel 1986 e concluso nel 2016, si è basato su un campione di circa 70.000 donne, la maggior parte delle quali infermiere, con un’età media di 70 anni, compresa  tra 58 e 86 anni, seguite per 10 anni. Il campione degli uomini contava invece 1.400 soggetti di età compresa tra 41 e 90 anni, con un’età media 62 anni, seguiti invece per 30 anni. Lo stesso campione è stato poi suddiviso in 4 gruppi, in basa al grado di ottimismo dimostrato, ed è stato seguito nelle sue abitudini e atteggiamenti più o meno positivi nei confronti della vita.

Vivere dall’11% al 15% in più di chi è depresso 

I risultati della ricerca, con a capo la dottoressa Lewina Lee, psicologa clinica del National Center degli Stati Uniti, sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Proceedings of National Academy of Sciences. L’idea che l’ottimismo allunghi la vita non è nuova, ma la validità di questi risultati è avvalorata sia dalla vastità del campione sia dalla durata dello studio. Gli studiosi hanno infatti constatato che chi ha dimostrato maggiore ottimismo nell’affrontare la vita quotidiana è vissuto dall’11% al 15% in più rispetto a chi invece tendeva alla depressione, all’abbattimento o comunque a un atteggiamento pessimista.

Una difesa contro l’accumulo di stress

La conclusione a cui sono arrivati gli scienziati è chiara, e suggerisce che essere ottimisti favorisce un’aspettativa di vita che può arrivare a 85 anni e oltre. Una longevità definita dagli studiosi “eccezionale”, soprattutto nel caso in cui non sono presenti malattie, si è autosufficienti e si vive in modo ancora attivo e ricco di stimoli. Essere ottimisti è una delle caratteristiche psicologiche più positive che si possano acquisire nel corso della vita, in quanto difende dagli accumuli di stress. “L’ottimismo è una disposizione mentale a vivere le situazioni in modo positivo e una caratteristica psicologica che ci spinge a guardare il lato favorevole degli eventi”, spiegano gli esperti del portale PsicologiOnline.

Ottenere una vita più lunga, sana e felice

È noto quanto l’affaticamento mentale e fisico incida negativamente sulla salute, non solo degli anziani. In pratica l’ottimismo aiuta in parte a difendersi da varie malattie (infarto, ictus, colesterolo alto), nonché dall’aumento del cortisolo, il cosiddetto “ormone dello stress”, che incide negativamente su buona parte delle funzioni dell’organismo. La capacità di non concentrarsi sugli aspetti negativi aiuta inoltre a non arrendersi, e riprendersi più rapidamente da problemi e battute d’arresto.

Certo, tranquillità economica, avere amici e famigliari, coltivare le proprie passioni, e attenersi a un’alimentazione sana ed equilibrata concorrono alla possibilità di vivere più a lungo. Ma l’ottimismo è certamente un potente propulsore a livello psicosociale. E chi non lo possiede ha comunque la possibilità di acquisirlo o aumentarlo, coltivando un atteggiamento più positivo.